Prefazione - PLC SIEMENS S7 1200, S7 1500, S7 200 di G. PIRRAGLIA

Vai ai contenuti

Prefazione

PREFAZIONE

Come premessa l’ autore sente di voler ringraziare i tanti che l’hanno contattato, manifestando apprezzamento per  il lavoro svolto in questi anni, sia in formato cartaceo che tramite pagine web, e hanno incoraggiato la realizzazione di una seconda opera sul nuovo PLC S7-1200.
Infatti a circa due anni dall’ uscita del primo volume "IL PLC - Progettazione Grafcet e Ladder", viene pubblicata prima un’ edizione che può definirsi un’integrazione agli argomenti trattati in relazione al solo PLC SIEMENS S7-1200 e poi una che integra i due volumi già pubblicati, dove gli argomenti già trattati nel primo volume sono stati rivisti e corretti ed è stata eliminata la parte riguardante il software "Step 7 Microwin v4" e il PLC S7-200.
In altri termini è stato realizzato il primo volume interamente sul nuovo dispositivo, affrontando tutti gli argomenti più significativi e evidenziando le novità del software TIA Portal V11/12.
Con l’avvento di "TIA Portal", il nuovo software di gestione di tutti i dispositivi di automazione, non è più necessario conoscere il software specifico per ogni PLC, ma si programma tutto attraverso un’unica piattaforma che permette anche l’interazione tra i diversi PLC, gli HMI e i sistemi di controllo. L’interfaccia utente è intuitiva e le funzioni quali "drag & drop", "copia e incolla" rendono il lavoro decisamente più rapido e semplice.
La programmazione del nuovo dispositivo si presenta più in linea con i nuovi software sviluppati nell’ambito informatico, permettendo al progettista di utilizzare tecniche di sviluppo più avanzate e più simili a quella che viene definita "programmazione ad oggetti".
I moduli in cui viene diviso il programma rendono il lavoro più comprensibile in fase di rielaborazione e ampliamento e permettono al programmatore di costruire strutture che possono essere riutilizzate per progetti successivi.
La novità senza dubbio più interessante contenuta nel testo è rappresentata dalla programmazione avanzata detta anche "strutturata", che viene realizzata attraverso i moduli FB (blocchi funzionali), FC (funzioni) e DB (blocchi dati), i quali vengono richiamati da un blocco di livello superiore.
Inoltre vengono trattati anche i dati analogici, con l’introduzione degli ingressi e uscite non più in formato bit, ma con numeri interi o reali, collegati a termocoppie o sensori che variano in un range
prefissato.
Infine per rendere più comprensibili gli argomenti sviluppati, sono stati realizzati dei filmati visualizzabili dal web, nei quali viene mostrato ad esempio la configurazione di una CPU S7-1200, il collegamento in rete dei dispositivi oppure  la simulazione dei  progetti in runtime.  


28 luglio 2014

L’autore

Torna ai contenuti